TwitterFacebookGoogle+

Traghetto in fiamme alla derivaUn morto tra i 317 a bordo VIDEO

(AGI) – Roma, 28 dic. – C’e’ un morto in conseguenza l del disastro a bordo del traghetto Norman Atlantic, alla deriva al largo delle coste albanesi. Fonti di palazzo Chigi hanno raccontato che l’uomo, un passeggero, si e’ gettato in mare ed e’ morto assiderato. Intanto sono 161 le persone soccorse, mentre decine sono state ricoverate negli ospedali del Salento. A bordo del Norman Atlantic, che ha preso fuoco la notte scorsa mentre era in navigazione da Igoumenitsa verso Ancona, restano 317 persone. Nelle ultime ore otto persone sono atterrate all’aeroporto militare di Galatina (Lecce) e tre a quello di Brindisi.

Rimorchiatore aggancia il traghetto, prua verso l’Albania

Due militari della Guardia costiera, feriti durante le operazioni di soccorso, sono rientrati a Otranto a bordo di una motovedetta, sulla quale si trova anche la moglie del passeggero deceduto nel tentativo di lasciare la nave e il cui corpo e’ stato recuperato. Per uno dei due militari sara’ necessario il ricovero in ospedale.

Ispezione aveva segnalato avaria alle porte tagliafuoco

Intanto sono stati effettuati gli accertamenti sui tre bambini ricoverati in tarda mattinata all’ospedale Santa Maria Novella di Galatina e accompagnati dalla madre, una donna di nazionalita’ siriana residente in Svizzera, incinta, che e’ stata a sua volta sottoposta a tutti gli esami di rito. Sia la donna che il bimbo che porta in grembo sono in buone condizioni mentre non si hanno notizie del marito, che e’ rimasto sul traghetto.

Sorella del comandante, “e’ un esperto”

In totale, stando ai dati ufficiali forniti dalla Guardia costiera, sono 161 le persone soccorse finora. Altri passeggeri, arrivati in elicottero all’aeroporto di Galatina, sono stati trasferiti negli ospedali di Lecce, Scorrano e Copertino. Le loro condizioni sono buone, in quanto erano soggetti a stati di ipotermia e non feriti, e nelle prossime ore saranno dimessi. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.