TwitterFacebookGoogle+

Traghetto in fiamme: moglie vittima, non sapevamo dove andare

(AGI) – Lecce, 29 dic. – “Io sono stata salvata da una scialuppa, ma mio marito non era legato ed e’ morto, l’ho visto morire”. E’ la testimonianza di Teodora Douli, la donna greca di 56 anni salvata ieri nelle acque dell’Adriatico dopo l’incendio scoppiato sul traghetto ‘Norman Atlantic’, ricoverata nel reparto di Ortopedia dell’ospedale “Santa Caterina Novella” di Galatina (Le) dove stamattina ha potuto riabbracciare il figlio giunto nel Salento per organizzare il ritorno a casa. “Io la notte dell’incendio non dormivo, mio marito invece si, era vicino alla porta” – ha raccontato la donna – poi abbiamo sentito odore di bruciato ed e’ avvenuto il disastro e la gente non sapeva dove andare. Quando siamo usciti hanno buttato una scialuppa dove sono entrate tante persone. Poi siamo stati quattro ore in acqua”. .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.