TwitterFacebookGoogle+

Trans da 20 anni, i familiari la vestono da uomo per il funerale. Proteste dal mondo lgbt

trans-svezia-tuttacronacaRedazione– Da vent’anni aveva deciso di non essere più un uomo, ma una donna. Di chiamarsi Nicole.
Eppure, nel giorno del suo funerale, è stata vestita dai parenti come un maschio: giacca e cravatta.

Accade a Massa Carrara, dopo la morte di una trans 37enne che, da quando aveva 17 anni, viveva come una donna. Ad accorgersi dell’accaduto, delle sue amiche che, avvicinatesi alla bara durante la funzione, hanno notato come la sua scelta fosse stata calpestata. Così, ora, esplode la polemica nel mondo lgbt. L’Associazione consultorio transgenere, Mit-movimento identità transessuale, Associazione mondo Arcobaleno Lgbt, per esempio, denunciano in un comunicato come “Nicole, non all’anagrafe, ha vissuto i suoi ultimi vent’anni con orgoglio e determinazione”, ma “la famiglia, da sempre al corrente, non è stata in grado nemmeno nel momento doloroso del trapasso di rispettarla per quello che era, per quello che da sempre attraverso il suo modo di vivere, di riconoscere che il suo essere coerentemente donna giorno per giorno non era legato ad un capriccio ma era più grande di lei e apparteneva al suo genere”.

“Siamo mortificati, delusi, imbarazzati nel venire a conoscenza che nemmeno da morti venga rispettata la nostra volontà”, aggiunge Regina Satariano, trans presidente Associazione consultorio transgenere di Torre del Lago. “Vedere Nicole vestita da uomo nella triste bara con la giacca e la cravatta che la porteranno verso un’altra vita ci rammarica fortemente”. “Riteniamo questo atto una mancanza di rispetto ed un insulto alla sua intelligenza, certi del fatto che se giustizia esiste le sarà resa”, conclude.

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.