TwitterFacebookGoogle+

Tredicenne costretta a prostuituirsi in un canneto, condannati 4 anziani 'clienti'

(AGI) – Ragusa, 9 set. – Avevano abusato a lungo di una ragazzina di tredici anni, costretta dalla madre e dal patrigno a prostuituirsi in un canneto vicino al mare di Donnalucata, in Sicilia, ma ora sono stati arrestati dopo che la condanna per violenza sessuale su minore e’ passata in giudicato. I fatti risalgono al biennio 2005-2006 e oggi la Squadra mobile e la Sezione Minori di Ragusa ha portato in carcere i quattro, accusati di comprare prestazioni sessuali di ogni tipo dalla ragazzina quando, in estate, si trasferivano da Scicli a Donnalucata. (AGI)
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.