TwitterFacebookGoogle+

Treno contro Tir a Caluso, il bilancio è di due morti e 18 feriti. Cosa sappiamo finora

Due morti e 18 feriti. È questo al momento il bilancio del grave incidente ferroviario sulla linea Torino-Ivrea, all’altezza del comune di Caluso. Mercoledì sera poco dopo le 23, un treno regionale ha travolto un camion fermo sui binari ad un passaggio a livello della frazione di Arè. L’impatto ha causato il deragliamento di alcuni vagoni e il bilancio provvisorio è di due morti, tra cui il macchinista, e appunto 18 feriti. 

Il rimorchio del tir si è staccato ed è finito contro un’abitazione. Tre i vagoni deragliati. Tra i feriti, due codici rossi sono stati trasportati in elicottero al Cto. Dopo l’incidente è subito scattato il piano di maxi emergenza del 118, che ha smistato i feriti negli ospedali più vicini.

Il treno Regionale 10027 era composto da cinque vetture in tutto e un locomotore. In seguito all’urto sono deragliate le tre vetture di testa. Il Tir trasportava un “carico eccezionale”, che – secondo il Corriere della Sera – ha targa lituana, avrebbe attraversato il passaggio a livello nonostante il semaforo stesse già lampeggiando per annunciare l’arrivo del convoglio, partito da Torino alle 22,27, ultima corsa della giornata.

#23mag 23:30, deragliato un treno regionale sulla linea Chivasso Aosta, nei pressi della stazione di Caluso (TO). Intervento dei #vigilidelfuoco in corso, estratti diversi feriti pic.twitter.com/rBg9KCFAMy

— Vigili del Fuoco (@emergenzavvf) 23 maggio 2018

Lo scontro, violentissimo, è stato inevitabile, con un vagone finito sull’altra, e decine di passeggeri incastrati. Tant’è che, anche dopo un’ora dallo scontro, i vigili del fuoco erano ancora all’opera per accertarsi che nessuna persone fosse ancora tra le lamiere. Così come si è cercato nell’oscurità nei pressi dei vagoni, uno dei quali ha pure travolto una piccola costruzione, disabitata. 

Caluso, scontro tra tir e un treno: le immagini del convoglio deragliato https://t.co/5XjegsQOtW

— Repubblica Torino (@rep_torino) 23 maggio 2018

L’autista del secondo Tir, quello che seguiva il primo centrato dal treno, racconta la dinamica dell’incidente al quotidiano La Stampa: arriva dalla Repubblica ceca, parla male l’italiano e si arrangia con un po’ di francese, ma riesce a spiegare che cosa è accaduto. “Andavamo a 5 all’ora, pianissimo, le luci del passaggio a livello erano verdi, ma quando il mio collega era in mezzo le sbarre si sono abbassate, le luci erano rosse ed è arrivato il treno. Sarà durato tutto pochi secondi”. Alle prima luci dell’alba le divise dei vigili del fuoco sono ancora qui. Dalle finestre di una villa a poche decine di metri da dove si è fermato il locomotore filtrano ancora le luci accese. “E chi va a dormire, siamo tutti sotto choc. Pochi metri e il treno ci travolgeva tutti”. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.