TwitterFacebookGoogle+

Treno Tour M5s a Bologna, mille in piazza sfidano il freddo

di Simona Zappulla

Bologna – Il  Treno tour #Iodicono del M5s tocca l’Emilia Romagna. Dopo aver fatto tappa a Ferrara, il regionale è partito per Bologna dove i parlamentari 5 Stelle sono giunti in serata per fare il loro comizio. Nonostante il freddo rigido, piazza Unità d’Italia si è riempita e secondo gli organizzatori sono almeno un migliaio le persone presenti.

Così come già a Ferrara, gli esponenti M5S si alternano sul palco e spiegano le ragioni per votare No al referendum costituzionale del 4 dicembre e attaccano il governo e Matteo Renzi in primis con gli altri “quattro farabutti” che vogliono “distruggere la Costituzione”. Puntano il dito contro il nuovo Senato che sarà, se prevarranno i Sì al referendum.

Carlo Sibilia sul regionale Ferrara-Bologna durante il Treno Tour M5s  #Iodicono che toccherà 47 città italiane e oggi ha portato i parlamentari pentastellati in Emilia Romagna (di Simona Zappulla, Agi)

 

Con il deputato M5s Matteo Dall’Osso che racconta ironico del suo incontro con il sindaco di Crotone: “Quando ci siamo visti gli ho chiesto ‘ma lei è già indagato? no? ah… e allora mi sa che non può far parte del Senato…”.

 Superstar della piazza restano il deputato Alessandro Di Battista e la senatrice Paola Taverna che con veemenza e accenti romaneschi chiamano applausi su applausi. Di Battista dopo la tappa di Ferrara deve scappare a Roma ma, a causa di un ritardo del suo treno, arriva con zaino in spalla e sale sul palco per parlare ancora di riforma costituzionale, Italicum e molto altro. 

I treni oggi, a causa di problemi tecnici sulla linea di Venezia Mestre, hanno subito molti ritardi e i pentastellati che stamattina arrivavano dal Friuli, come Roberto Fico, hanno impiegato ore e ore per arrivare a destinazione. Il deputato Carlo Sibilia usa l’ironia: “Invece di cambiare la Costituzione dovrebbero cambiare i trasporti”. 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.