TwitterFacebookGoogle+

Trump: Bannon cita Satana e Dart Fener "potere è oscurità"

di Davide Sarsini Novak

Washington – Se Donald Trump manterrà gli impegni, il suo team potrà “governare l’America per 50 anni”: ne è convinto il suo capo stratega, Steve Bannon, il controverso ex giornalista del sito di estrema destra Breitbart, che in un’intervista all’Hollywood Reporter ha anche fatto un elogio dell’oscurità: “L’oscurità è una cosa buona, Dick Cheney, Darth Fener, Satana. Questo è il potere. Ci aiuta quando loro non vedono, quando sono ciechi rispetto a chi siamo e cosa facciamo“, ha risposto a una domanda sul nuovo presidente eletto che viene visto come “il buco nero più nero” agli occhi di media, democratici e benpensanti.

“I globalisti hanno distrutto la Middle class americana e creato una classe media in Asia”, ha affermato Bannon, “ora la questione è che gli americani non devono essere piu’ fregati. Se la Casa Bianca di Trump ci riesce, avremo il 60% dei voti dei bianchi e il 40% degli afroamericani degli ispanici e governeremo per 50 anni“. “E’ quello che i democratici non hanno capito”, ha insistito il 63enne ‘chief strategist‘, “parlavano con gente con società che fatturano 9 miliardi e danno lavoro a 9 persone, non è la realtà, hanno perso di vista cos’è il mondo”.

L’ex giornalista di Breitbart ha anche respinto l’accusa di essere un “nazionalista bianco”: “Sono un nazionalista“, ha osservato, ma “sono un nazionalista economico”. Quanto ai repubblicani, ha fatto capire che Trump si vuole affrancare dal partito e da quell’establishment che non lo ha mai amato: “Come fu con il populismo di Andrew Jackson (settimo presidente Usa che nell’800 ruppe l’oligopolio delle elite di proprietari terrieri e intellettuali ma favorì anche stragi di tribù indiane, ndr), costruiremo un movimento politico completamente nuovo, che si basa tutto sui posti di lavoro e faremo ammattire i conservatori, io sono quello che vuole un piano da 3mila miliardi di dollari di investimenti infrastrutturali”.

“Sarà più grande della rivoluzione reaganiana, conservatori e populisti in un movimento economico nazionalista”. 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.