TwitterFacebookGoogle+

Trump presidente, affossa ancora borsa e peso Messico

Città del Messico – Mentre a New York Wall Street festeggia l’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca con il Dow Jones che ha ritoccato al rialzo il precedente record storico, chiudendo a quota 18.807,88, la borsa messicana ha perso un ulteriore 4,58% ed il peso è crollato di un altro 2,88%. Stasera ci vogliono 20,80 pesos per ottenere un dollaro secondo Citibanamex.

Il peso aveva già perso il 7,18% ieri subito dopo la vittoria di Trump mentre la borsa aveva ceduto il 2,23%. Gli investitori messicano temono sia la promessa elettorale del candidato repubblicano che saranno gli stessi messicani a costruire il muro lungo il confine con gli Usa che quella di affossare il Nafta (North American Free Trade Agreement, il trattato di libero scambio tra Usa, Canada e Messico). L’accordo era stato definito dal presidente repubblicano George H. W. Bush ma firmato dal suo successore, il democratico Bill Clinton nel 1993 ed è, tra i tanti accordi internazionali commerciali, la vera bestia nera di Trump.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.