TwitterFacebookGoogle+

Trump pronto a spostare l'ambasciata a Gerusalemme

Gesto di buona volontà del governo israeliano verso il neo presidente Usa Donald Trump. L’esecutivo di Benjamin Netanyahu – che peraltro domenica 22 gennaio ha approvato la costruzione di 566 nuove case a Gerusalemme Est – ha deciso di rinviare l’annessione della colonia di Maale Adumim, sempre vicino a Gerusalemme Est in Cisgiordania. Netanyahu ha deciso di attendere il primo incontro con Trump prima di procedere con l’annessione. Con 41.000 abitanti, Maale Adumim, a 7 km da Gerusalemme, è una delle colonie israeliane di maggior peso in Cisgiordania.

Dieci cose che Trump ha promesso di cambiare durante la sua presidenza

Mentre dalla Casa Bianca fanno sapere che il presidente Donald Trump ha iniziato ad esaminare il dossier del controverso spostamento dell’ambasciata Usa in Israele da Tel Aviv, dove hanno sede tutte le rappresentanze diplomatiche, a Gerusalemme, la rete israeliana ‘Channel 2’ sostiene, citando fonti anonime, che lunedì il presidente americano darà formalmente l’annuncio del trasferimento della legazione diplomatica. Ma dalla Casa Bianca gettano acqua sul fuoco: “Siamo solo alle fasi iniziali di quella che è solo una discussione per ora su questa ipotesi”, ha chiarito il portavoce Sean Spicer. In ogni caso Trump e Netanyahu – che negli ultimi otto anni ha avuto sempre un pessimo rapporto con l’ex presidente Barack Obama – hanno avuto in serata una conversazione telefonica. Il presidente Usa, che ha definito la telefonata “molto gradevole”, non ha però confermato o meno l’intenzione di spostare l’ambasciata a Gerusalemme.

Nella sua prima dichiarazione pubblica, l’avvocato David Friedman, scelto da rump quale ambasciatore Usa in Israele, ha detto che non vede l’ora di “lavorare nell’ambasciata americana nella capitale eterna di Israele, Gerusalemme”, confermando così l’intenzione di Trump di spostare l’ambasciata da Tel Aviv. Una mossa che potrebbe ibernare il processo di pace con i palestinesi che rivendicano, anche loro, Gerusalemme come capitale. Gerusalemme Est e’ stata conquistata da Israele al trmine della Guerra dei Sei Giorni a giungo del 1967 e annessa definendola “capitale unica ed indivisibile di Israele” ma la comunita’ internazionale non l’ha mai riconosciuta.

 

Per approfondire

The Independent 

Israelnationalnews

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.