TwitterFacebookGoogle+

Tumori: addio a Mandelli, padre dell'ematologia italiana

E’ morto oggi a Roma, all’età di 87 anni, Franco Mandelli, considerato il più importante ematologo italiano, fondatore dell’Ail, associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma, di cui era presidente onorario, e della onlus Gimema. A darne notizia è stata l’Ail sul suo profilo Facebook che ha ricordato come la sua sia stata “una vita dedicata alle malattie del sangue e alla solidarietà”. Nato a Bergamo, Mandelli si era laureato a Milano nel 1955 per poi trasferirsi prima a Parma e successivamente a Roma, dove divenne una figura di spicco nella lotta alle malattie del sangue, in particolare contro il linfoma di Hodgkin e delle leucemie acute.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.