TwitterFacebookGoogle+

Tumori: aspirina raddoppia sopravvivenza di molti malati

(AGI) – Vienna, 28 set. – L’aspirina raddoppia quasi le
probabilita’ di sopravvivenza di molti malati di cancro. Uno
studio olandese dell’University Medical Centre, presentato
all’European Cancer Congress di Vienna, ha rilevato che il 75
per cento dei pazienti che assumono una dose giornaliera di
aspirina e’ ancora in vita 5 anni dopo aver ricevuto una
diagnosi di tumore all’intestino, allo stomaco, al pancreas e
alla gola. Al contrario, il tasso di sopravvivenza di chi non
ha assunto l’aspirina e’ risultato solo del 42 per cento.
Secondo i ricercatori, il farmaco sarebbe una sorta di
“pallottola magica” che dovrebbe essere prescritto subito dopo
aver diagnosticato il tumore. Numerosi studi precedenti hanno
suggerito che l’aspirina aiuta i malati affetti da tumore alla
prostata, al seno e al polmone. “Dato che l’aspirina e’ un
farmaco senza marchio a buon mercato con relativamente pochi
effetti collaterali – ha detto Martine Frouwa, che ha guidato
lo studio – potrebbe avere un grande impatto sui sistemi
sanitari e sui pazienti”. Lo studio ha coinvolto 14mila adulti.
(AGI)

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.