TwitterFacebookGoogle+

Turchia: annullato il reato di pedofilia. Le spose bambine senza più tutele

DI EVA GRIPPA –

La Turchia sopravvissuta al golpe precipita nel passato, e i primi a fare le spese della scomparsa della parte liberale del Paese sono i minori e le donne. Tra i “colpi di testa” del regime di Erdogan, l’annullamento per mano della Corte costituzionale turca, di una norma che prevedeva il reato di pedofilia per gli atti sessuali compiuti con minori di 15 anni. Una decisione che ha destato la preoccupazione di associazioni umanitarie e osservatori internazionali perché, di fatto, rischia di costituire una amnistia per le nozze che coinvolgono le “spose bambine”, già oggi circa 3,5 milioni in Turchia, che in questo modo sarebbero considerate alla stregua di abusi sessuali ordinari. Le associazioni per i diritti dei minori hanno annunciano di voler ricorrere davanti alla Corte europea per i diritti umani, prima che la normativa entri in vigore, a gennaio 2017.

http://m.repubblica.it/mobile/d/sezioni/attualita/2016/07/20/news/turchia_abolisce_reato_pedofilia_spose_bambine_allarme_alta_corte_diritti_umani_minori-3167790/

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.