TwitterFacebookGoogle+

Turchia: arrestato liceale 16enne per aver insultato Erdogan

(AGI) – Ankara, 25 dic. – Un liceale di 16 anni e’ stato arrestato in Turchia, nella citta’ di Konya, per aver “insultato” il presidente, Recep Tayyip Erdogan, accusando lui e il suo partito di corruzione. Il ragazzo, identificato dalla stampa locale con le sole iniziali, M.E.A. e che, secondo le fonti, milita in un movimento di sinistra, avrebbe “insultato” l’uomo forte di Ankara mercoledi’, durante una cerimonia in memoria di un giovane insegnante laico ucciso dagli islamisti nel 1930. Arrestato nella tarda serata e portato dinanzi a un giudice, e’ stato incriminato e posto in custodia cautelare. Ora rischia quattro anni di carcere. Il governo turco, guidato dal 2003 all’agosto 2014 da Erdogan, poi eletto presidente, e’ stato oggetto nell’estate del 2013 di una azione di protesta popolare senza precedenti contro la sua “deriva autoritaria” e “islamista”. Nell’inverno a cavallo tra il 2013 e il 2014 il governo e’ stato poi sconvolto da un vasto scandalo di corruzione, che ha portato al ricambio di quattro ministri, messi nell’angolo dalla magistratura. Ma Erdogan, che e’ stato eletto presidente ad agosto, accusa il suo ex alleato, divenuto suo acerrimo nemico, l’imam in esilio Fethullah Gulen di aver orchestrato lo scandalo per defenestrarlo. .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.