TwitterFacebookGoogle+

Turchia: indagato leader curdo Demirtas, resta alta la tensione

(AGI) – Istanbul, 10 Sett – La procura generale di Diyarbakir ha reso noto di aver aperto un’indagine a carico di Selattin Demirtas, segretario generale del partito filo curdo Hdp. In base a quanto e’ stato reso noto dalla procura della piu’ grande citta’ curda della Turchia, in dichiarazioni rilasciate dallo stesso Demirtas alla stampa, in occasione di un incontro nella stessa Diyarbakir, sarebbero ravvisabili indizi di reato a carico del leader filo curdo. Sebbene la procura non si sia espressa a riguardo dovrebbe trattarsi di “propaganda a favore di organizzazione terroristica” a favore dei ribelli separatisti curdi del Pkk. La procura ha emesso anche richiesta al parlamento di Ankara per la sospensione dell’immunita’ legata allo status di parlamentare. Sempre alta intanto la tensione nel paese. Ieri 6 sedi del partito Hdp sono state prese d’assalto in Turchia da gruppi nazionalisti, oggi roghi e tensione sono divampati dinanzi alle sedi dello stesso partito filo curdo in altre due citta’. Una delegazione dello steso partito, formata essenzialmente di parlamentari, e’ stata bloccata dall’esercito mentre cercava di recarsi a Cizre, una delle aree piu’ tormentate al confine sud. L’ingresso e’ stato loro impedito a causa delle misure di sicurezza imposte dall’esercito. Intanto il Pkk ha realizzato un altro attacco a Tunceli, sempre nel sud est del Paese. Uno scontro a fuoco con la polizia al termine del quale un poliziotto e’ rimasto ucciso e 3 feriti. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.