TwitterFacebookGoogle+

Turchia: Milliyet licenzia editoralista per tweet anti-Erdogan

(AGI) – Istanbul, 23 lug. – Uno dei piu’ diffusi quotidiani turchi, Milliyet, ha licenziato l’editorialista che aveva attaccato il presidente Recep Tayyp Erdogan accusandolo per la strage di giovani militanti socialisti turchi e curdi a Suruc. “E’ imbarazzante”, aveva scritto Kadri Gursel, “che i leader stranieri chiamino il responsabile numero uno del terrorismo dell’Isis in Turchia per fargli le condoglianze per Suruc”. Il messaggio in turco era stato ritwittato 3.000 volte, sull’onda dell’emozione per le 32 vittime del kamikaze jihadista al confine con la Siria, lunedi’ scorso. La proprieta’ di Milliyet ha motivato il licenziamento spiegando che il tweet non rispettava la sua linea editoriale. “Si tratta di commenti che sono incompatibili con la comprensione e la responsabilita’ dell’etica del nostro gruppo di giornalisti”, si legge in una nota. Nei giorni scorsi un giudice turco aveva vietato la pubblicazione su Twitter di foto e video dell’attentato. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.