TwitterFacebookGoogle+

Tutti a scuola … di cambiamento: “L’economia com’e’ e come puo’ cambiare”

Da www.sbilanciamoci.org

“”Dal 1 al 5 settembre, la prima scuola estiva organizzata dall’università di Urbino in collaborazione con Sbilanciamoci!, “L’economia com’è e come può cambiare”. Cinque giorni di lezioni, seminari, gruppi di lavoro per capire come funziona l’economia e quali possono essere le alternative in Italia e in Europa
“L’economia com’è e come può cambiare” è la Summer School organizzata dal Dipartimento di Economia Società Politica dell’Università di Urbino Carlo Bo, in collaborazione con Sbilanciamoci! Non è un semplice corso per neofiti di economia, non è una scuola dove imparare solamente le nozioni di base dell’economia politica e della politica economica. La Summer School è un “progetto culturale” che ha l’obiettivo di ricondurre al centro del dibattito, la riflessione ampia sui temi economici e sociali e, dunque, anche su quelli della politica. Ciò richiede una riconsiderazione critica dei fattori che determinano il funzionamento delle società complesse come la nostra, ponendo, ovviamente, al centro dell’attenzione la sfera delle relazioni economiche, e la loro connessione con la sociologia, con la politologia, con la statistica e con la giurisprudenza. Perciò, durante il corso, grande risalto verrà dato all’interrelazione che lega i diversi aspetti dell’agire economico, al funzionamento e alla organizzazione dei mercati, alle istituzioni e alle regole che ne determinano il funzionamento, all’architettura del mercato del lavoro, di quello dei beni e di quelli finanziari e bancari.
La Scuola si articola in lezioni frontali (mattina) e di seminari didattici (pomeriggio), e gruppi di lavoro, per approfondire tematiche specifiche, e per capire se un’altra economia, un’altra Europa, un’altra organizzazione dell’euro e del lavoro è possibile. Perciò, la Summer School è aperta a tutti i “curiosi”, a chi “non si accontenta” dell’informazione, spesso approssimativa, e sovente inesatta, dei media del web, della carta e della televisione. Sono invitati a partecipare alla Scuola estiva i giovani, gli studenti di tutte le facoltà, i neolaureati, i dottorandi e giovani studiosi, le persone attive nelle associazioni, nel terzo settore e nella cooperazione, nel mondo dell’informazione, nei movimenti, nel sindacato, operatori economici e sociali, della pubblica amministrazione, di enti locali e imprese.””

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.