TwitterFacebookGoogle+

Tutto quello che bisogna sapere sull'eclissi del 21 agosto 

La ‘febbre’ da eclissi solare ha contagiato gli Stati Uniti dove si attende con ansia il 21 agosto quando per milioni di persone il cielo si oscurerà e il giorno – per pochi minuti – diventerà notte. Un eclissi solare totale eccezionale interesserà tutto il Paese, attraversandolo da costa a costa. 

Scienziati e appassionati sono al lavoro da anni per prepararsi all’evento ma per tutti gli altri, il Washington Post ha preparato un vademecum delle cose da sapere e quelle da fare o non fare per aiutare a non farsi cogliere impreparati. 

Cosa succede?

Un’eclissi solare totale avviene quando la luna passa tra la Terra e il sole, e quest’ultimo viene oscurato completamente. Se ci si trova nel cono d’ombra della luna sulla Terra, si percepirà un calo della temperatura mentre il cielo si oscurerà, e si vedrà chiaramente la corona solare, normalmente invisibile.

Dove e quando?

L’eclissi solare totale del prossimo 21 agosto attraverserà tutti gli Stati Uniti, da una costa all’altra: il picco massimo interesserà Oregon, Idaho, Wyoming, Nebraska, Kansas, Missouri, Illinois, Kentucky, Tennessee, Georgia, Nord  e Sud Carolina. Comincerà a nord-ovest, a Newport in Oregon mentre l’ultima località toccata sarà Charleston, in Sud Carolina.

Il cono d’ombra avrà un diametro di quasi 5mila chilometri di lunghezza per una larghezza di meno di cento. L’eclissi totale sarà visibile solo per un paio di minuti nelle varie località, tanto che attraverserà tutte le regioni interessate degli Usa in circa 90 minuti.

Accanto al cono d’ombra propriamente detto, dove il sole verrà oscurato completamente, ci sarà una zona di penombra dove si avrà un eclissi parziale. Qui, l’ampiezza dell’ombra gettata dalla luna sul sole dipenderà dalla vicinanza della località con il cono d’ombra. A Washington l’oscuramento sarà circa dell’80%.

L’incognita ‘nuvole’

C’è un’incognita: le nuvole. Se il cielo è coperto durante l’eclissi totale, diventerà buio ma non si riuscirà a vedere la corona solare, il grande disco nero che caratterizza il fenomeno. Gli esperti consigliano di verificare le previsioni meteorologiche qualche giorno prima per assicurarsi che ci sia visibilità nella zona prescelta per assistervi.

Questa eclissi solare totale infatti è la prima che avviene negli Stati Uniti dal 1970: è un evento astronomico di grandissima importanza che ha contagiato la nazione. Circa 12 milioni di americani vivono in località che rientrano nel cono d’ombra e altre 7 milioni si stanno organizzando per spostarsi in luoghi dove avere una vista migliore. Iniziative sono state organizzate in diverse delle città interessate, con due giorni di eventi, workshop e attività varie.

Equipaggiamento adatto

L’importante è indossare gli occhiali da eclissi che bloccano i raggi ultravioletti molto dannosi per gli occhi. Una precauzione fondamentale che deve essere adottata anche se si osserva il fenomeno dalla zona di penombra, al di fuori del cono d’ombra. I semplici occhiali da sole non sono abbastanza. E nonostante nelle fasi precedenti l’oscuramento totale, l’intensità della luce sarà minore e quindi guardare il sole sembrerà meno difficile, in realtà i raggi colpiscono ugualmente gli occhi, rischiando di provocare gravi danni.

L’unico momento in cui si potrà guardare a occhio nudo – ma solamente se si è nel cono d’ombra, non nella penombra – è durante queipochi minuti di oscuramento totale, in modo da poter ammirare la corona solare.

Prossime eclissi negli Usa

Il prossimo appuntamento con un eclissi solare totale sarà nel luglio 2019 e interesserà Argentina e Cile. Negli Stati Uniti bisognerà attendere l’8 aprile 2024 quando il cono d’ombra coprirà il sole sopra Messico, Texas, Oklahoma, Arkansas, Missouri, Illinois, Kentucky, Indiana, Ohio, Pennsylvania, New York, Vermont, New Hampshire, Canada e Maine.

L’eclissi solare è un evento piuttosto raro: per avvenire bisogna che sole, luna e Terra si trovino perfettamente allineati in quest’ordine. Questo è possibile solo quando la Luna, la cui orbita è inclinata di cinque gradi rispetto all’eclittica, interseca quest’ultima in un punto detto nodo. Quando il nodo si trova tra la Terra e il Sole, l’ombra della Luna passa in alcuni punti della superficie terrestre e si assiste a un’eclissi solare. Se invece il nodo si trova dalla parte opposta, si ha un’eclissi lunare. Nel caso la luna non riesca a oscurare completamente il sole, si assiste a un eclissi solare anulare, con il sole che nelle fasi centrali appare come un sottile anello luminoso.  

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.