TwitterFacebookGoogle+

Tv: su tre film trasmessi solo un prodotto Ue, il resto e' Usa

(AGI) – Roma, 18 ott. – Solo un film su tre di quelli trasmessi dalle televisioni dei 17 paesi Ue e’ prodotto in Europa. Quasi tutto il resto (65%) e’ ‘made in Usa’. Lo rileva l’Osservatorio europeo dell’audiovisivo in un Rapporto pubblicato oggi (“Films on television: origin, age and circulation”), nel quale prende in esame 125 emittenti tv e due stagioni: 2011-2012 e 2014-2015.
Le pellicole prodotte nella Ue ammontano, nel dettaglio, al 31% del totale trasmesso, quota che cala al 26% calcolando solo la prima serata. I maggiori produttori, rileva l’Osservatorio, sono Francia, Germania, Gran Bretagna ed Austria. Il fattore determinante, spiega il Rapporto, e’ quello della lingua, per cui ad esempio la Germania risulta il primo esportatore di film verso l’Austria e l’Austria e’ il quarto verso la Germania (per altri Paesi, tra cui l’Italia, la diffusione tv e’ ristretta ai confini nazionali).
In termini di titoli, su un totale di 16.321 pellicole sono 7.372 (45%) quelle prodotte nella Ue; 7.546 (46%) quelle ‘made in Usa’; 1.403 (9%) provenienti da altre parti del mondo. Nella maggioranza dei casi (67%) un film viene trasmesso nello stesso anno in un solo Paese, ma anche sotto questo profilo c’e’ per i prodotti americani maggiore diffusione: sono trasmessi in media in 2,8 paesi nello stesso anno contro l’1,3 medio dei film Ue.
L’Osservatorio riferisce inoltre una classifica dei dieci film piu’ trasmessi dalle tv europee nella stagione 2014-2015 e ne ricorda l’anno di uscita. Otto su dieci sono americani e solo due francesi:

1) “Hitch” (Usa), 2005;
2) “Avatar” (Usa), 2009;
3) “Cop Out” (Usa), 2010;
4) “Night at the Museum: Battle of the Smithsonian” (Usa), 2009;
5) “No Strings Attached” (Usa), 2011;
6) “Rush Hour 3” (Usa), 2007;
7) “Taken” (Francia), 2008;
8) “Taken 2” (Francia), 2012;
9) “The Heartbreak Kid” (Usa), 2007;
10) “The Proposal” (Usa), 2009.

Poco piu’ della maggioranza delle pellicole trasmesse dalle emittenti tv Ue (53%) ha meno di dieci anni (ma solo il 48% se si escludono le repliche). Le pay-tv, naturalmente, tendono a trasmettere film piu’ recenti rispetto ai canali free, con una quota del 57% rispetto al 45%.
La rilevazione dell’Osservatorio europeo dell’audiovisivo, per quanto riguarda l’Italia, ha preso in considerazione Rai2, Rai3, Rete4, SkyCinema 1, Sky Cinema Classics. (AGI)
.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.