TwitterFacebookGoogle+

Uccise e fece a pezzi docente: condannato all'ergastolo a Milano

(AGI) – Milano, 28 lug. – Si e’ chiuso con una condanna all’ergastolo il processo col rito abbreviato a carico di Paolo Grassi, imputato per l’omicidio di Adriano Manesco, il 77enne ex professore di estetica ucciso il 7 agosto dell’anno scorso nella sua abitazione di via Settembrini a Milano. Il corpo fatto a pezzi della vittima era stato trovato chiuso in una valigia all’interno di un cassonetto della spazzatura alla stazione di Lodi. Assieme al presunto complice, Gianluca Civardi, il trentenne piacentino era accusato di omicidio premeditato aggravato dalla crudelta’, rapina aggravata e occultamento di cadavere. I due erano stati arrestati a Piacenza dove erano stati visti mentre si liberavano dei loro abiti. Civardi, assistito dall’avvocato Francesca Cotani, sara’ processato col rito ordinario davanti alla corte d’assise di Milano il 30 settembre. (AGI)
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.