TwitterFacebookGoogle+

Ucciso Yongki, l'elefante che faceva da paciere nella foresta

(AGI) – Giacarta, 22 set. – Una vicenda simile a quella del leone simbolo ucciso nello Zimbabwe fa fremere di indignazione l’Indonesia. Yongki, l’elefante piu’ famoso del parco naturale di Bukit Barisan Selatan, e’ stato ucciso per tagliargli le zanne. Yongki era un elefante di Sumatra, una specie in via di estinzione di cui restano solo 3.000 esemplari in liberta’ e le cui zanne vengono pagate a peso d’oro per essere usate nella medicina tradizionale cinese. A 35 anni, Yongki era considerato un valido ‘collaboratore’ dai portatori del parco, che lo utilizzavano anche come ‘fuoristrada’ nel pattugliamento della foresta. Grazie alla autorevolezza di cui godeva tra gli altri elefanti era chiamato a risolvere le tensioni tra i maschi della specie e aiutava a tenerli lontani dai centri abitati. L’indignazione dilagante sui social network si e’ subito riunita dietro l’hashtag RIPYongki. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.