TwitterFacebookGoogle+

Ucraina: 12 civili morti in nodo strategico Donetsk-Lugansk

(AGI) – Kiev, 31 gen. – Almeno altri dodici civili sono morti oggi in Ucraina orientale, vittime dei bombardamenti a tappeto da parte dei ribelli filo-russi contro Debaltsevo, strategico nodo ferroviario situato nella regione di Donetsk, sul confine amministrativo con quella di Lugansk: lo ha denunciato il capo della polizia regionale filo-centralistica, Vyaceslav Abroskin, secondo cui i quartieri residenziali sono sottoposti a fuoco di artiglieria pesante senza soluzione di continuita’. A sua volta Stepan Poltorak, ministro della Difesa di Kiev, ha ammesso che la citta’ e’ ormai “parzialmente controllata” dai separatisti, passati all’offensiva alcuni giorni fa. La presa di Debaltsevo avrebbe un’importanza strategica fondamentale, perche’ consentirebbe loro di unificare la linea del fronte e di saldare le forze delle due principali roccheforti insurrezionali. .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.