TwitterFacebookGoogle+

Ue-Canada: Gentiloni, accordo Ceta parta gia' in autunno

(AGI) – Roma, 6 lug. – “La difficolta’ che l’Unione europea attraversa dopo la Brexit deve avere risposte in avanti, di coesione, e nel ventaglio di queste risposte c’e’ la conclusione dell’intesa economica e commerciale con il Canada”. Lo ha affermato il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, al termine dell’incontro alla Farnesina con il collega canadese, Stephane Dion. Come ha ricordato Gentiloni, l’Italia si e’ sempre pronunciata per una ratifica da parte di Commissione e Parlamento Ue, senza il passaggio nei singoli Parlamenti nazionali.
Ieri, e’ arrivata una “proposta di compromesso” in modo che una parte della Ceta (Accordo economico e commerciale globale) diventi “operativa senza la ratifica dei Parlamenti”, l’altra entri “in vigore in via provvisoria, in attesa delle ratifiche”. “L’Italia – ha sottolineato Gentiloni – avrebbe preferito l’esclusiva competenza della Commisione ma comunque il fatto che in parte ci sia, e che l’insieme dell’accordo possa cominciare gia’ dal prossimo autunno a essere attuato, sebbene provvisoriamente, e’ un passo in avanti”. “Ci batteremo – ha assicurato – perche’ le ratifiche arrivino il prima possibile”.
L’accordo e’ stato “negoziato bene”, ha sottolineato da parte sua Dion, in modo che “le sovranita’ siano tutelate” ma anche che sia “vantaggioso per tutti”. L’intesa, infatti, “non approfondira’ le disuguaglianze sociali, ma al contrario sara’ positivo per tutti”, ha sostenuto il ministro degli Esteri canadese, parlando di “modello per il mondo intero”, per tutti coloro che “vogliono commercio e progresso”. (AGI)
.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.