TwitterFacebookGoogle+

Un altro italiano in Svizzera per l'eutanasia. Davide, 53 anni

Un nuovo caso Dj Fabo è destinato a riaprire il dibattito sull’eutanasia in Italia. Come rende noto Marco Cappato, un altro malato è stato accompagnato in Svizzera dall’Associazione Coscioni per la “dolce morte”. Il tesoriere dell’associazione, scrive su Facebook: “Mina Welby  sta accompagnando in Svizzera Davide. Malato di sclerosi multipla dal ’93, si è rivolto a me per l’eutanasia. Aiutiamo anche lui”.

La storia dell’uomo che vuole morire in Svizzera 

Davide ha 53 anni, e faceva il barista in una città toscana quando, ben 26 anni fa, si è ammalato di sclerosi multipla. “Vivere mi fa troppo male”, aveva confessato lo scorso dicembre in un’intervista a ‘Libero’. “Potevano spegnermi una sigaretta addosso – raccontava – darmi una coltellata, ma ero completamente insensibile”. La malattia (che lui chiama “la stronza”), come sempre avviene, si è via via aggravata, finchè pochi mesi fa Davide ha chiesto alla madre 73enne di aiutarlo a farla finita.

La ‘dolce morte’ costa 9.500 euro

La donna ha scritto a una clinica svizzera, ma ha scoperto che la “dolce morte” ha un prezzo non solo umano, ma anche economico: per l’esattezza 9.500 euro, troppi. è allora che Davide ha chiesto aiuto al sito soseutanasialegale.it, gestito da Marco Cappato, Mina Welby e Gustavo Fraticelli. Sono loro ad aiutarlo a trovare i soldi necessari, e a organizzare il viaggio, proprio come fecero con dj Fabo.

Oggi la partenza insieme a Mina Welby verso quello che lui considera un sollievo: “Ho dolori 24 ore al giorno – aveva detto a ‘Libero’ – qualsiasi movimento, anche il più piccolo, mi procura sofferenze atroci”. E concludeva: “Per me il viaggio sarà una liberazione. Come un sogno. Come una vacanza. Mi daranno da bere un liquido, e io lo berrò”.


Per approfondire:

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.