TwitterFacebookGoogle+

Un batterio killer in ospedale uccide un neonato a Brescia

Un bambino è stato ucciso da un batterio killer all’ospedale Civile di Brescia. Il bimbo è stato vittima un’infezione provocata dal batterio noto come serratia marcescens. Il fratello gemello pur colpito dal batterio è vivo. Dopo il decesso, il reparto è stato visitato dai carabinieri del Nas: i militari hanno acquisito documentazione e fatto i primi accertamenti sul personale entrato in contatto con il bambino, per capire se il batterio è stato portato da esterni.

Alcuni bambini presenterebbero i segni clinici della malattia mentre per altri si parla di semplice colonizzazione, come ha confermato la direttrice sanitaria del Civile, Frida Fagantini. Il batterio, particolarmente resistente all’aggressione degli antibiotici, è stato isolato in alcuni bambini ricoverati nella Patologia neonatale già a fine luglio, attorno al 20 del mese. Sarebbero sette o otto i piccoli coinvolti dall’infezione, che colpisce il sistema gastrointestinale dei neonati prematuri.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.