TwitterFacebookGoogle+

Un canadese alla guida del 'califfato' in Bangladesh

Roma – Sarebbe un canadese nato a Windsor, citta’ dell’Ontario, il leader del gruppo bengalese affiliato all’Isis, responsabile della strage compiuta nella notte a Dacca. Il suo nome e’ Tamim Chowdhury e, secondo quanto riportato dal quotidiano The Daily Star nei giorni scorsi, il suo nome di battaglia sarebbe Shaykh Abu Ibrahim al-Hanif.

“E’ di Windsor. Ho parlato con alcune persone che lo conoscevano ma non si sa molto di piu'”, ha dichiarato Amarnath Amarasingam, docente alla al Resilience Research Centre della Dalhousie University ed esperto di terrorismo internazionale.L’associazione islamica di Windsor ha confermato che Chowdhury e’ di Windsor. Il numero di aprile del mensile dello Stato islamico Dabiq lo ha celebrato come nuovo ‘emiro’ del Bangladesh.

Intanto dal premier bengalese e’ arrivato un appello. “L’Islam e’ una religione di pace, basta uccidere in nome della religione“, ha detto il primo ministro Sheikh Hasina, rivolgendosi alla nazione in un messaggio trasmesso dalla televisione pubblica, dopo l’attentato di ieri notte. “Vi prego di smettere di macchiare la nostra religione – ha aggiunto  – vi imploro di ritornare sulla retta via e di sostenere l’orgoglio dell’Islam”. Secondo la 68enne capo del governo belngalese, i terroristi che hanno organizzato gli attacchi di Dacca stanno cercando di rovinare il paese. “Prendono come ostaggi civili innocenti per trasformarci in uno stato fallito”, ha concluso. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.