TwitterFacebookGoogle+

Un killer sta seminando il terrore nella provincia di Brescia. Cosa sappiamo

Un killer sta seminando il terrore nella provincia di Brescia. Secondo Brescia Oggi si tratta di Cosimo Balsamo, 62 anni: ha ucciso questa mattina un imprenditore in un capannone per l’allestimento di veicoli industriali e dopo poche ore, durante la fuga, ha colpito a morte un altro uomo. Ecco cosa sappiamo finora:

 – Questa mattina Balsamo è entrato nello stabilimento della S.G.A. di Flero, un’azienda che commercia veicoli industriali, e ha chiesto di parlare con uno dei proprietari, Elio Pellizzari. Non appena questi lo ha raggointo, ha sparato con un fucile contro di lui e contro un’altra persona, rimasta ferita. Poi è fuggito su un Suv nero.

– I carabinieri hanno scoperto chi è grazie alla targa dell’auto con cui è arrivati e fuggito, ripresa dalle telecamere di sicurezza dell’azienda

– Raggiunta Carpeneda di Vobarno, a circa 40 chilometri di distanza, ha ucciso un uomo di 63 anni ed è fuggito a bordo di un’altra auto

– Cosimo Balsamo era stato condannato in via definitiva nel 2013 a sette anni e 4 mesi per associazione a delinquere, furto e ricettazione. Sempre secondo Brescia Oggi faceva parte della banda dei tir che nei primi anni del 2000 aveva derubato aziende di trasporto di metalli in tutto il Nord Italia. Il 9 gennaio scorso aveva protestato salendo sulla tettoia del Tribunale di Brescia e minacciando di suicidarsi contro la confisca dei propri beni. Le forze dell’ordine l’avevano convinto a desistere. Prima di sparare a Pellizzari gli ha urlato: “mi avete rovinato”.

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.