TwitterFacebookGoogle+

Un QRcode per proteggere il vino italiano dai falsi

Verona – SICPA, leader mondiale nella fornitura di soluzioni e servizi per l’autentificazione, l’identificazione e la tracciabilità, è presente alla Fiera Vinitaly con le ultime innovazioni tecnologiche per la protezione del brand, con uno specifico riferimento alla sicurezza applicata al prodotto enologico.

“I produttori italiani hanno investito per decenni tutti i loro sforzi per costruire una solida reputazione per i loro vini, che amanti e collezionisti considerano tra le migliori al mondo e alla 50ma edizione del Vinitaly sarà ancor più evidente l’elevato interesse per i vini italiani di miglior eccellenza” spiega Roberta Sirio, Business Development Director di SICPA, che aggiunge “ Questa reputazione viene oggi costantemente minacciata dalle frodi ai vini italiani sui mercati internazionali che quasi quotidianamente vengono segnalate”

Il prestigio delle produzioni vinicole italiane rende, infatti, questo settore interessate per la contraffazione. Non è un caso che il costo delle frodi nel settore per l’Italia siano stimate oltre 1 miliardo di euro ogni anno. Nonostante le frodi siano sempre esistite, la crescita dell’e-commerce ha reso il fenomeno ancor più diffuso, più facile da commettere e più difficile da punire. La domanda per prodotti di alta qualità è in crescita, spesso da luoghi distanti da quelli di produzione e questo rende ancora più difficile accertare l’autenticità della bottiglia. Produttori e consumatori, quindi, condividono l’esigenza di identificare e accertare la provenienza dei vini in questo complesso mercato.

Le soluzioni di SICPA per garantire l’autenticità dell’origine dei vini derivano da un mix di materiali e tecnologie digitali che offrono una protezione con livelli personalizzabili di sicurezza contro il rischio di contraffazione, adulterazioni e commercio illecito. Il risultato è elegante senza compromettere l’estetica del prodotto, le funzioni di sicurezza garantiscono il rapporto costi-benefici e possono essere integrate sulle capsule, etichette, sigilli e marchi già esistenti sulle bottiglie di vino. L’introduzione di queste tecnologie di protezione non richiede modifiche alle esistenti tecnologie di stampa di etichette e ai processi d’imbottigliamento.

Per esempio, le caratteristiche brevettate di color-shifting, come SICPASTAR sono riconosciute misure di sicurezza che permettono unici ed evidenti cambiamenti di colore visibili a occhio nudo, ideali per garantire l’autenticità del prodotto da parte del consumatore. Un altro esempio è il sistema brevettato di certificazione SICPASMART che permette ai consumatori più esigenti e agli ispettori di convalidare un sigillo di sicurezza istantaneamente, senza la necessità di inserire manualmente alcun codice di sicurezza.

Le soluzioni SICPA per i vini offrono quindi ai viticoltori questi altri benefici. Oggi gli amanti del vino – in Italia e all’estero – sono sempre più interessati a conoscere le origini del vino che acquistano e consumano. I produttori possono usare la combinazione di soluzioni digitali e di stampa per condividere con i consumatori la storia dei loro vini. I consumatori oltre a controllare l’autenticità della bottiglia che stanno acquistando possono quindi  allo stesso tempo tracciarne il percorso e le origini, seguendo la storia del vino dalla vigna fino al calice.

Le soluzioni di SICPA per i vini di qualità sono già diffuse in Italia e in altri paesi leader nella produzione vinicola. Per esempio, nel 2015, la Regione Valle D’Aosta ha introdotto una soluzione SICPA per la tracciabilità e l’autenticazione del vino e di altri prodotti DOP.  Attraverso la combinazione d’inchiostri di sicurezza e codici identificativi unici sulle etichette, permette di verificare l’autenticità del prodotto, fornendo anche al consumatore uno strumento semplice e affidabile per controllare l’origine e ottenere informazioni sul prodotto e sull’azienda, semplicemente utilizzando uno smarthphone o un tablet connesso a internet.

I vini italiani si sono guadagnati la stima degli esperti e degli appassionati. “SICPA è convinta che le sue soluzioni possano garantire la tranquillità dei consumatori quando acquistano un vino di alto livello”, dice Sirio, “alcuni dei migliori viticoltori del mondo e delle migliori regioni produttrici già lavorano con SICPA per proteggere la loro reputazione e quella dei loro prodotti e, soprattutto, i loro investimenti decennali nella ricerca della qualità e dell’eccellenza”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.