TwitterFacebookGoogle+

Una “cabina di regia” per scongiurare il razionamento dell'acqua a Roma

Si è concluso senza alcuna decisione concreta il vertice iniziato nel tardo pomeriggio in Campidoglio tra Comune, Acea e Regione Lazio per scongiurare che da sabato 29 parta il razionamento idrico nella Capitale a seguito dello stop alla captazione dal lago di Bracciano. Il lavoro del tavolo proseguirà nella giornata di mercoledì sotto forma di cabina di regia, e le parti si incontreranno, inoltre, al ministro dell’Ambiente. 

Per Raggi “un primo risultato importante”

“L’incontro è andato bene, abbiamo raggiunto un primo risultato importante. Questa sera c’è stato un dialogo molto costruttivo tra le parti: Acea e Regione Lazio hanno raccolto il nostro invito, si sono sedute al tavolo e hanno iniziato a valutare una serie di soluzioni tecniche per tutelare i cittadini ed evitare qualunque tipo di disagio”, ha detto la sindaca Virginia Raggi, “domani questa cabina di regia si riunirà di nuovo, mi terranno informata”.

 

Per l’Acea un “incontro fruttuoso”

Stesso concetto espresso dal presidente di Acea Luca Lanzalone: “L’incontro è stato molto fruttuoso, il fatto stesso che ci sia stato lo è. Stiamo lavorando e stiamo cercando un percorso che sia impattante il meno possibile sui cittadini. Crediamo di potercela fare”. A chi gli chiede se avesse sentito il governatore Nicola Zingaretti, Lanzalone replica: “No, auspicavo di vederlo questa sera, pazienza”. Mentre l’assessore regionale alle Infrastrutture Fabio Refrigeri chiosa: “Stiamo lavorando, da qui a domani vagliamo un po’ di soluzioni di carattere sia amministrativo che tecnico. Lavoriamo per cercare di non creare disagi ai cittadini del Lazio e di Roma, per eliminare i disagi, abbiamo fatto una cabina di regia, credo che da qui a domani avremo anche possibilità migliori”.

Per approfondire:

Il lago di Bracciano è due chilometri quadrati più piccolo

Tutti i laghi italiani sono in crisi

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.