TwitterFacebookGoogle+

Una legge trasversale per i profilattici nelle superiori

Articolo di Carlo Bertini (Stampa 31.3.14)

Il tema è serissimo, la prevenzione dell’Aids, lo strumento magari provocherà facili ironie, fatto sta che è la seconda volta che in Parlamento viene proposta una legge per la distribuzione di profilattici nelle scuole secondarie superiori e non si sa se sarà la volta buona per vederla approvata. Ci hanno messo la firma quarantatrè deputati, quasi tutti del Pd, i renziani Scalfarotto, Realacci e Carbone, lettiani come Anna Ascani, bersaniani come Micaela Campana e poi Pippo Civati, Romano e la Tinagli di Scelta Civica. Una proposta definita «un sasso nello stagno per una presa di coscienza dello Stato verso un problema che ha costi umani e finanziari enormi». Lo scopo è «assicurare ai giovani l’accesso agli strumenti della prevenzione di malattie sessualmente trasmissibili», informandoli sui «confini di una sessualità responsabile». E per divenire lo strumento principale di prevenzione, «il profilattico deve essere affrancato da tabù, paure e vergogne e per questo deve trovare spazio nei luoghi quotidiani della vita degli studenti». Coinvolgendo le imprese produttrici per sostenere i costi di installazione di distributori e per raggiungere, «nel rispetto degli standard qualitativi il più basso prezzo di vendita possibile».

SCOMMETTIAMO CHE NON SE NE FARA’ NIENTE?

Fonte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.