TwitterFacebookGoogle+

Una ragazza svedese ha bloccato un volo per impedire il rimpatrio di un richiedente asilo

Una studentessa svedese ha impedito il rimpatrio di un richiedente asilo afghano di 52 anni, bloccando nell’aeroporto di Göteborg l’aereo dove l’uomo era stato imbarcato il rimpatrio in Afghanistan. La ragazza si chiama Elin Ersson e ha pubblicato su Facebook un video, della durata di 14 minuti, dove racconta in diretta il blocco del volo. La ragazza, che è un’attivista per i diritti umani, ha deciso di non sedersi, impedendo così all’aereo di decollare. 

Da quanto si apprende dal suo video, la ragazza ha comprato un biglietto per lo stesso volo. Come scrive Repubblica, “dopo momenti di tensione tra la ragazza, il personale di bordo e alcuni passeggeri, Elin è stata fatta scendere insieme al richiedente asilo, anche grazie alla mobilitazione di altri passeggeri. Sul suo profilo Facebook, dove ha ricevuto centinaia di messaggi di solidarietà, Elin ha poi scritto: ”So solo che il rimpatrio è stato bloccato. Non ho altre informazioni””. 

Tra i messaggi di supporto in inglese, spicca un testo in italiano di una nostra connazionale che le chiede per quale motivo non si sia fatta i “fatti” propri, e di sperare che l’arrestino. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.