TwitterFacebookGoogle+

Unicef, Haiti in ginocchio: 1,3 milioni di persone colpite

Roma – Sono un milione e trecentomila le persone colpite dall’uragano, la metà sono bambini ed oltre 16 mila persone in cerca di riparo. Lo ha dichiarato Andrea Iacomini, Portavoce dell’UNICEF Italia. “A causa dell’interruzione di molti collegamenti” prosegue “il team UNICEF è riuscito ieri a raggiungere le aree più colpite ed una nuova missione è partita oggi per il sud del paese attraverso l’uso di elicotteri. Ci sono danni incalcolabili, luoghi completamente sotto l’acqua. Il nostro personale ci racconta di case totalmente rase al suolo, scuole, alberghi e ospedali distrutti. Esiste inoltre un pericolo enorme di frane. L’80% delle abitazioni risultano gravemente danneggiate. I nostri uffici sul campo ci stanno fornendo informazioni continue sulla situazione di Haiti post uragano e sono attivi per portare aiuto ad una popolazione già stremata da condizioni di vita difficili”.

Una delle priorità di intervento “è quello di valutare le condizioni delle persone nei rifugi che sono riuscite ad allontanarsi dalla costa dove ci sono state onde fino ad 8 metri. Occorrono d’urgenza acqua e kit igienici perché i bambini sono ad alto rischio di contrarre malattie come il colera già molto diffuso nel paese. UNICEF ha già inoltre pronte strutture a Panama per istituire scuole temporanee per i bambini sfollati pronte a partire nelle prossime ore” conclude. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.