TwitterFacebookGoogle+

Unioni civili al ribasso, ora sono “specifica formazione sociale”

Le unioni civili, con un ulteriore slittamento da parte del governo, sono state promesse entro la fine dell’anno. Ma l’opposizione cattolica anche nel Pd continua a farsi sentire in sede di commissione Giustizia, tanto da richiedere un estenuante lavoro di limatura e compromessi su un testo del disegno di legge sempre più al ribasso.

Ora le unioni civili, con un sub emendamento su proposta dell’ala cattolica del Partito Democratico, sono definite una “specifica formazione sociale”, per scongiurare l’accenno alla famiglia e l’equiparazione con il matrimonio, legando il provvedimento all’articolo 2 e non al 29 della Costituzione. Ma nemmeno questo è bastato ai clericali, che non lo hanno votato: l’emendamento è passato con voti decisivi di Pd, M5S, Conservatori e riformisti; contrari Area Popolare, Forza Italia, Ncd e Lega.

Unioni civili, mediazione Pd: diventano ‘formazione sociale’. Ma Area popolare contraria

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.