TwitterFacebookGoogle+

Unioni civili: Lorenzin, nessuna ripercussione sul governo

Roma – “Il voto sulle unioni civili non avrà ripercussioni sul governo, è un ddl parlamentare e avrà un iter parlamentare”. Lo ribadisce su Sky tg24 il ministro della Salute Beatrice Lorenzin. “Il parlamento è sovrano sulle sue decisioni, poi ognuno di noi e’ libero di dire il suo pensiero”. Per il ministro occorre scorporare il tema delle adozioni dal ddl sulle unioni civili, per inserirlo in un’altra cornice legislativa sul tema. “Un bambino ha tutti i diritti – ha sottolineato Lorenzin – abbiamo il dovere di renderlo più sereno. Allora facciamo una riflessione in un altro contenitore legislativo, in cui rivediamo anche la legislazione su adozioni e affidi”. Di fronte a questi temi, ha aggiunto, “ognuno è libero, credo che possa prevalere semplicemente il buon senso: è lecito progettare in laboratorio bimbi che non avranno la mamma? Fa bene Grillo a lasciare libertà di coscienza, ho applaudito a questo fatto. Siamo di fronte a dei temi in cui non è concepibile la blindatura di un testo dove non si affrontava quello di cui stiamo parlando. Il livello del dibattio non è stato alto”. E ha aggiunto. “Se passa la stepchild adoption stiamo autorizzando l’eterologa per persone dello stesso sesso. Come si può pensare di blindarla? Nel paese la maggior parte dei cittadini non è favorevole”. Il rischio per Lorenzin è che l’adozione per coppie gay rischi di aprire “a pratiche che sono un reato in Italia come l’utero in affitto”. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.