TwitterFacebookGoogle+

Unioni civili: parita' di diritti per i dipendenti Almaviva

(AGI) – Roma, 1 set. – In attesa della nuova legge sulle unioni civili si registrano iniziative dalla societa’ e dal mondo del lavoro. Il gruppo Almaviva, leader italiano nell’information and communication technology, dall’1 settembre allarga i confini del welfare aziendale, riconoscendo ai propri dipendenti il congedo straordinario retribuito in occasione dell’iscrizione nel registro comunale delle unioni civili, nonche’ in caso di matrimonio contratto all’estero tra persone dello stesso sesso. Il gruppo – che in Italia conta piu’ di 13 mila dipendenti – consentira’ il congedo straordinario per un periodo pari a 15 giorni consecutivi e 3 giorni lavorativi di permesso retribuito in caso di decesso o grave infermita’ del partner. “Stimolati da alcune vicende personali e prescindendo da ogni orientamento politico – spiega Marina Irace, direttore risorse umane del gruppo Almaviva – abbiamo ritenuto importante offrire a tutti i lavoratori pari diritti e dare riconoscimento alle diffuse situazioni di fatto che rientrano nell’universo delle unioni civili. Uno dei nostri obiettivi e’ il rispetto e il benessere delle persone: la decisione presa e’ per noi un investimento di valore che va in questa direzione”. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.