TwitterFacebookGoogle+

Università. Nessun’italiana tra le 150 migliori del mondo

Redazione– Una secchiata d’acqua gelata, quella che ha colpito i rettori delle principali università italiane dopo aver osservato la classifica dell’ateneo Jao Tong di Shangai, che ogni anno pubblica l’Academic Ranking of World Universities, ossia la lista dei 500 migliori atenei del mondo.

Un elenco in cui, a seguito dei primi cento, le università vengono divise in fasce (100-150; 150-200): ed è proprio nella terza fascia che spicca la prima italiana, quella di Bologna, la migliore del nostro Paese. E unica a rivestire una posizione discreta: quelle di MilanoPadova, Pisa e Roma (La Sapienza) sono infatti ancora più indietro.

Un risultato magro che dimostra come l’Università e la Ricerca nel nostro Paese siano ormai in crisi: in tutto, nella classifica generale si contano solo 21 atenei italiani, contro ben 146 presenze statunitensi: nelle prime 18 posizioni, d’altronde, si piazzano ben 16 istituti a stelle e strisce, partendo da Stanford e Massachusetts institute of technology (Mit). Quinta e nona sono invece le britanniche Oxford e Cambridge.

Nella terza fascia, poi, quella che raccoglie le posizioni da 150 a 200, ecco i primi sei atenei nostrani: Bologna, Milano, Padova, Pisa, La Sapienza di Roma, e l’università di Torino. Nella quarta, quella che va da 201 a 300, ecco l’università di Firenze e il Politecnico di Milano. In penultima fascia, la Federico II di Napoli e la Bicocca di Milano, mentre, nell’ultima posizione, 9 università italiane, tra cui La Cattolica di Milano e quelle di Cagliari, Palermo, Genova e Trieste. 

Nonostante gli scarsi risultati generali, l’Italia si difende bene nello studio di matematica: secondo l’Arwu, infatti, sarebbero ben 13 le facoltà italiane a eccellere nell’insegnamento dei numeri, tra cui: Milano, Pisa e La Sapienza, il Politecnico di Milano, la Normale di Pisa e gli atenei di Padova, Pavia e Parma. Buono anche il risultato dell’Università di Padova (51-76 posizione) e della Sapienza (76-100). Nella classifica delle migliori 200, ci sono anche la Normale, Firenze, Pisa,Torino (101-150). E Ancora Catania, Genova, Bicocca, Federico II, Pavia, Tor Vergata e Trieste (151-200).

Bene anche l’insegnamento della medicina: Milano e Torino sono i migliori in Italia per studiare tale disciplina. Seguono poi Bologna e Padova (101-150), Firenze, Genova, Federico II di Napoli e La Sapienza (151-200).

-16 agosto 2014-

università

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.