TwitterFacebookGoogle+

“Unrepentant”: quando la Chiesa non si pente

Durante la sua recente visita in Vaticano, il primo ministro canadese Trudeau ha invitato Bergoglio a chiedere pubblicamente scusa per gli orrori perpetrati dalla chiesa cattolica nei confronti dei nativi canadesi nel secolo scorso. Almeno 50.000 bambini furono uccisi, ed altre decine di migliaia furono sequestrati, portati via dalle loro famiglie e sottoposti ad abusi di ogni tipo, in quello che è stato giustamente definito il Canadian Genocide, un genocidio sistematico operato dalla chiesa cattolica per eradicare la cultura dei nativi americani dal territorio canadese. Ma il papa ha fatto orecchie da mercante. Forse non ha mai visto questo documentario, che si intitola proprio Unrepentant, e cioè “colui che non si pente”:

https://www.luogocomune.net/LC/index.php/19-chiesa-e-religione/4693-unrepentant-quando-la-chiesa-non-si-pente

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.