TwitterFacebookGoogle+

Uragano Harvey è arrivato in Texas ed è ancora più potente. Ecco perché fa paura

Adesso Harvey fa davvero paura. Dopo aver toccato terra sulla costa texana, l’uragano ha ulteriormente aumentato la sua potenza, passando da categoria 3 a 4 su un massimo di 5 della scala Saffir-Simpson, con venti che soffiano ora fino a 208 km/h. Si teme che abbia un impatto devastante in Texas dove si temono inondazioni, alberi e pali della luce divelti, e molte case di legno – la maggioranza tranne che nelle grandi città – a rischio.  

Case evacuate e scuole chiuse in Texas

Già venerdì scorso è scattata l’evacuazione delle città del Texas, lungo la costa sul Golfo del Messico, e delle piattaforme petrolifere, minacciate dall’uragano Harvey. Tutte le scuole resteranno chiuse lunedì, anche a Houston, dove, oltre alla forza dell’uragano, si temono pesanti allagamenti perché si prevede che l’uragano si soffermi sullo stato almeno fino a mercoledì. 

#Harvey, è diventato molto più potente del previsto. Ha raggiunto categoria 4 ► https://t.co/iMEJJWAl9q pic.twitter.com/kGqxehpEY2

— meteo.it (@wwwmeteoit) 26 agosto 2017

Gli scaffali dei negozi sono stati svuotati e non sono previsti nuovi rifornimenti fino alla fine delle prossima settimana. “Gli effetti peggiori potrebbero sentirsi lontano dal punto in cui toccherà terra”, ha osservato l’esperto meteo John Cangialosi. La quantità di pioggia aumenta in modo esponenziale quando l’uragano si muove lentamente, proprio come nel caso di Harvey. “Storicamente l’acqua dei cicloni tropicali è più mortale dei danni provocati dalla forza del vento”, ha spiegato Cangialosi.

Sebbene siano passati 8 anni dal devastante uragano Ike che si è abbattuto sul Texas nel 2008, Houston ha registrato terribili allagamenti negli ultimi anni. Nel 2001 la tempesta tropicale Allison provocò la morte di 55 persone. Giovedì 24 agosto il governatore del Texas, Greg Abbott ha dichiarato lo stato di calamità in 30 contee. Le compagnie petrolifere hanno evacuato il personale dalle piattaforme, come ha reso noto dal Bureau of Safety and Environmental Enforcement americano. 

Harvey ‘declassato’ fa ancora paura

Tre ore dopo il suo devastante arrivo sulle coste del Texas, l’uragano Harvey è stato declassato dal livello 4 al livello 3 sulla scala di cinque. I suoi venti sono infatti calati da 209 a 201 chilometri orari mentre il ciclone tropicale toccava nuovamente terra sulla costa di Copano Bay, ha riferito Abc News.

PHOTOS: Texans prepare for worst as Hurricane Harvey makes landfall (Pic: AP)https://t.co/zlvuWIm58g pic.twitter.com/QGMNk2yKTv

— ABC News (@abcnews) 26 agosto 2017

Dalle prime frammentarie notizie, a Corpus Christi ci sono stati decine di feriti per i crolli provocati dalla furia della tempesta, di cui almeno uno in condizioni molto gravi, tutti trasportati in un ospedale d’emergenza allestito in città. Almeno 155.000 persone sono rimaste senza luce. 


Ultimo aggiornamento ore 8:50 di sabato 26 agosto

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.