TwitterFacebookGoogle+

Urologi, troppo sport nuoce alla sfera sessuale

Roma – “Troppa palestra – il culturismo in particolare – cosi’ come l’atletica leggera, l’equitazione e il ciclismo praticati a livello professionale fanno male alla sfera sessuale. Maschile e femminile. E a tutte le eta’”. E’ quanto e’ emerso questa mattina in conferenza stampa a Roma, in occasione della presentazione del congresso nazionale di urologia “Dalla terapia della malattia alla terapia del paziente”, che iniziera’ domani a Roma. “Nell’uomo l’uso della bicicletta determina una compressione della zona perineale che provoca un mancato afflusso di sangue, e di conseguenza la perdita di elasticita’”, spiega Francesco Sasso, specialista in Urologia e Andrologia all’univerita’ cattolica Sacro Cuore – Gemelli di Roma, anticipando uno dei temi che verranno trattati al congresso. “L’esercizio fisico ben condotto invece migliora la salute sessuale. Il movimento abbassa il rischio di impotenza e quello di tutte le patologie che la provocano”, precisa Sasso, preoccupato anche, e soprattutto, dalla scarsa cura per l’igiene intima da parte dei piu’ giovani, in particolare uomini.

“E’ ormai consolidato come molte malattie sessualmente trasmesse (Mts) siano strettamente legate alla scarsa o nulla igiene intima, prima e dopo un rapporto. Sono in aumento i casi di infezione da clamidia negli over19. In Italia – sottolinea Sasso – gli ultimi dati (fonte Epicentro) parlano dell’8,4% su un campione di 93.400 ragazzi analizzati, con una incidenza maggiore al Nord rispetto alle regioni del Sud. La clamidia non solo non da’ sintomi, ma se non curata per tempo causa infertilita’. Numerosi studi confermano che l’infezione da papilloma virus (HPV) come nella donna, anche nel maschio determini lo sviluppo di un tumore del pene e un’igiene accurata possa invece ridurre l’infezione. Occorre educare i bambini a lavarsi correttamente, prima che la loro vita sessuale abbia inizio”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.