TwitterFacebookGoogle+

Usa 2016: 162 referendum, da marijuana a armi a condom

Washington – L’8 novembre negli Stati Uniti oltre ad eleggere il 45esimo presidente degli Stati Uniti, tutti i 435 membri della Camera, 34 su 100 senatori e 12 governatori su 50, gli elettori saranno chiamati a votare su 162 referendum (‘statewide ballot’ o ‘proposition’ negli Usa) in 35 Stati sui temi come il salario minimo, l’assistenza sanitaria, la vendita del tabacco. Uno dei più singolari è l’obbligo per gli attori porno in California di usare il preservativo nelle riprese dei film a luci rosse. Los Angeles accanto a Hollywood è considerata la mecca dei cinema hard. Tra i temi più ricorrenti:

  • – la legalizzazione/proibizione della marijuana (80,2 milioni di elettori saranno chiamati a scegliere) il cui uso è rimasto un reato in 9 su 50 Stati, è legale sia per uso medico che ricreativo in 4 Stati, ne è solo vietata la vendita nella capitale Washington D.C., è legale a scopi medici in 23 Stati mentre il altri 14 è stata parzialmente ‘decreminalizzata’.
  • – il controllo delle armi: (si esprimeranno 50,5 milioni di elettori) su una regolazione più’ stringente. Negli Usa il diritto a girare armati è sancito dall’anacronistico II emendamento della Costituzione (1791). All’epoca venne approvato perché i giovani Usa (i 13 Stati dell’Unione) non avevano un esercito e quindi si favoriva la costituzione di “milizie spontanee” di cittadini armati per resistere ad un eventuale tentativo della Gran Bretagna di riconquistare le antiche ‘Colonie’. Grazie a questa ‘esigenza’, oggi piuttosto incomprensibile, la potente lobby delle armi, la National Riffle Association (Nra) difende il diritto a girare armati. Non solo. Nonostante la sequela di stragi – (tra le peggiori luglio 2012, massacro del cinema a Aurora in Colorado, 12 morti e 58 feriti; scuola elementare Sandy Hook di Newton in Connecticut, nel dicembre 2012 un 20enne uccide 20 bambini e sei adulti; la più recente, giugno 2016, un uomo ammazza 49 persone e ne ferisce 53 in un locale gay a Orlando in Florida) – che ha visto l’America insanguinata da folli o criminali armati con fucili d’assalto in grado di sparare fino a 30 colpi in pochi secondi, la Nra è sempre riuscita a bloccare ogni tentativo di rendere più arduo l’acquisto di un arma negli Usa dove i sono più fucili e pistole che cittadini.

Secondo il Washington Post 357 milioni tra pistole e fucili su 317 milioni di americani.(AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.