TwitterFacebookGoogle+

Usa 2016: scoperte nuove mail ufficiali Clinton tenute segrete

(AGI/REUTERS) – Washington, 26 set. – Nuovi guai per Hillary Clinton dall’Emailgate. L’ex segretario di Stato ha mentito quando ha sostenuto – l’ultima volta domenica alla Cbs – di aver consegnato al dipartimento di Stato “tutte” le mail ufficiali nei 4 anni alla guida della diplomazia americana (2009-2013). Il Pentagono, non senza qualche imbarazzo, l’ha smentita rivelando di aver ritrovato una serie di mail (non private, come quelle che aveva sostenuto, altra ‘inesattezza’, di aver cancellato ma che l’Fbi ha ritrovato) ufficiali, che l’ex segretario di Stato non ha fornito al dipartimento di Stato. Si tratta di una decina di mail tra Clinton ed il generale David Petraeus, all’epoca comandante del Centcom (responsabile delle operazioni in Iraq e Afghanistn). Scambio di mail iniziato poco prima e dopo il suo ingresso al dipartimento di Stato, tra gennaio e febbraio 2009. Lo ha reo noto il portavoce del dipartimento di Stato John Kirby, secondo il quale, i testi non conterrebbe dati riservati. L’Emailgate come e’ stato ribattezzato lo scandalo sta facendo crollare nei sondaggi l’ex first lady: secondo una rilevazione della rete conservatrice Fox News, niente affatto vicina ai democratici, quasi un terzo dei democratici e il 58% degli americani tout court, crede che Clinton abbia mentito e sta ancora mentendo sul perche’ nei 4 anni al vertice della diplomazia americana (2009-2013) abbia deciso di usare un server di posta elettronica privato e non uno governativo per tutta la sua corrispondenza Lo scorso dicembre Clinton, estremamente riluttante, forni’ le copie di tutte le 30.000 mail ufficiali in suo possesso ma si rifiuto’ di cedere le altre 30.000 ricevute ed inviate nello stesso periodo sostenendo che erano personali Le email con Petraues contraddicono anche l’affermazione dello staff della Clinton per cui per i primi due mesi come segretario di Stato, uso un account privato di posta BlackBerry prima di usare il server di posta clintonemail.com a partire da marzo 2009. Ragione per la quale il suo staff si senti’ autorizzato a non fornire alcun dato su questi primi due mesi. Ma in realta’, come dimostra lo scambio con Petraeus, Clinton aveva gia’ iniziato ad usare da gennaio 2009 (appena insediatasi al dipartimento di Stato) l’account hdr22@clintonemail.com. I portavoce della Clinton, che non hanno riposto al domande su quest’ultimo sviluppo, hanno a questo punto ammesso – preparandosi a nuove rivelazioni – che altre mail ufficiali della Clinton sono andate perse. Il tutto senza chiarire ne’ come ne’ perche’. In sintesi l’Emailgate, che inizialmente Clinton aveva ridicolizzato e minimizzato scherzandoci su, si sta rivelando ogni giorno che passa, e ad ogni nuovo elemento che filtra alla stampa, un macigno sulle sue ambizioni presidenziali. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.