TwitterFacebookGoogle+

Usa 2016: Trump all'attacco rivali Gop, ruba scena con smorfie

(AGI) – Simi Valley (California), 17 set. – Donald Trump parte all’attacco nel secondo dibattito tra i candidati repubblicani in corsa per la Casa Bianca, anche con un esilarante repertorio di smorfie che riesce a rubare la scena ai 10 rivali mentre parlano. “Innanzitutto Rand Paul non dovrebbe trovarsi su questo palco: e’ il numero 11”, ha dichiarato Trump riferendosi al suo basso gradimento nei sondaggi. E se il senatore del Kentucky ha ribattuto definendo il magnate del real estate un “arrogante” che offende le persone per il loro aspetto, Trump gli ha praticamente dato ragione. “Non l’ho mai attaccato sul suo aspetto”, ha detto riferendosi a Paul, “eppure credetemi che ne sarebbe da dire su di lui su questo fronte”. Quando Carly Fiorina, l’unica donna in corsa tra i repubblicani, lo ha etichettato come un bravo intrattenitore e come tale poco adatto a guidare il Paese, Trump non ha negato. “Sono un bravo intrattenitore tanto guanto un eccelso uomo d’affari. Ho fatto milioni di dollari e il mio temperamento e’ molto buono. Sono molto calmo ma riuscirei a ed essre rispetto fuori dal Paese”, ha ribattuto con la sua consueta modestia. Sull’aspetto della Fiorina, ha pero’ corretto il tiro definendo il suo viso “bello”. Con Jeb Bush, sistemato al suo fianco, si sono punzecchiati come due teenager. L’ex governatore della Florida ha accusato Trump di aver invitato i Clinton al suo matrimonio e lui ha risposto che come uomo d’affari e’ tenuto a frequentare tutti. “Finalmente un po’ di energia: mi piace”, ha prontamente aggiunto Trump prendendo in giro Bush, ancora una volta, per i suoi discorsi “soporiferi”. Ben Carson, il neurochirurgo in pensione al secondo posto dietro Trump nei sondaggi, e’ rimasto in secondo piano. Il dibattito, nelle biblioteca presidenziale Ronald Reagan, con sullo sfondo l’Air Force One, e’ stato il piu’ “affollato” della storia delle primarie Gop, con ben 11 pretendenti (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.