TwitterFacebookGoogle+

Usa: agente spara e uccide un uomo, si infiamma la protesta a Chicago

Nuove proteste in Usa per l’uccisione di un uomo da parte della polizia. Un agente ha aperto il fuoco e ucciso, innescando disordini nella zona, alla periferia di Chicago. Gli agenti avevano fermato una persona perché temevano fosse armato, ne è nato un alterco e un agente ha sparato. Il portavoce della polizia di Chicago, Anthony Guglielmi, ha aggiunto che sul posto è stata recuperata un’arma, ma non ha chiarito se l’uomo fosse armato quando gli è stato sparato; di sicuro -ha aggiunto- la vittima, che aveva una trentina d’anni, non ha aperto il fuoco.

Secondo alcuni a sparare è stata un’agente, che ha premuto il grilletto per cinque volte, raggiungendo la vittima alla schiena mentre fuggiva; la poliziotta è stata prontamente allontanata dalla scena, caricato su una volante della polizia, mentre sul posto si radunavano un centinaio di persone che a quel punto hanno cominciato a inveire e lanciare sassi contro gli agenti. La tensione è salita e la polizia ha isolato l’aerea.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.