TwitterFacebookGoogle+

Usa: Boeing delocalizza in Cina il 737, jet piu' venduto al mondo

(AGI) – Washington, 12 set. – E’ allarme nello Stato di Washington dopo che la prestigiosa rivista Aviation Week ha rivelato che la Boeing Co si appresta a delocalizzare in Cina l’assemblaggio finale del 737 che, con 8.674 esemplari costruiti, e’ l’aereo di linea di maggior successo della storia La notizia ha messo in agitazione i sindacati ed i politici dello Stato dove finora il colosso aeronautico costruiva tutti i 737. L’ufficio del governatore ha detto di non saperne nulla. Boeing non ha voluto commentare la notizia ma ha emesso un comunicato che lascia piu’ che aperta la porta a questa eventualita’, sostenendo che e’ sempre alla ricerca di sistemi per aumentare la produttivita’ e “un modo per farlo e lavorare con partner in giro per il mondo, inclusa la Cina, il nostro piu’ grande mercato internazionale”. Quest’ultimo aspetto sembra la chiave dell’intera operazione. Secondo Aviation Week, l’impianto Boeing in Cina si ‘limitera’ a dipingere le fusoliere dei 737 costruiti nella fabbrica di Renton nello Stato di Washington, ma completera’ la realizzazione degli interni ed effettuera’ anche test di volo. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.