TwitterFacebookGoogle+

Usa negano visto a Zerocalcare, "sono stato in Iraq e Siria"

Roma – Gli Stati Uniti hanno negato il visto a Zerocalcare, al secolo Michele Rech, uno dei fumettisti piu’ noti d’Italia. A raccontare quanto accaduto e’ lui stesso su Twitter, piazzando sul proprio profilo una delle sue vignette. All’interno della vignetta Zerocalcare ha inserito la comunicazione con cui l’ambasciata gli conferma la ricevuta di pagamenti per il visto, ma al tempo stesso lo avverte che “l’autorizzazione a recarsi negli Stati Uniti ai sensi del Visa waiver Program non e’ stata concessa”. “Il motivo”, aggiunge il fumettista, “e’ che sono stato in Siria e in Iraq nel 2015“.

La presenza di Zerocalcare era prevista al New York Comicon: “C’avevate presente che domani dovevo andare a New York a fare disegnetti al New York Comicon, la conferenza alla Columbia, e tutta quella roba fichissima che pareva una gag? -chiede retoricamente il fumettista su Facebook- Ecco, famo che e’ stata tutta una gag, va. Meno male che abito a Rebibbia che e’ sempre meglio di niente”. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.