TwitterFacebookGoogle+

Usa: ritrovato corpo bimbo, "affogato dopo attacco alligatore"

Orlando (Florida) – Dopo 16 ore di affannose ricerche, e’ stato ritrovato il corpo del bimbo di due anni trascinato in acqua da un alligatore su una spiaggia lacustre di un lussuoso complesso a Orlando, il Grand Floridian Resort & Spa di Disney. Il corpo del piccolo Lane e’ stato trovato “completamente intatto”, ha spiegato il capo della polizia della contea di Orange, Jerry Demings. “L’autopsia dovra’ confermarlo, ma credo che non ci sia alcun dubbio che il dubbio sia stato affogato dall’alligaatore”. Il corpo e’ stato ritrovato poco lontano dal luogo dove e’ accaduta la tragedia, neanche un metro sott’acqua. Il piccolo era in vacanza con la famiglia, padre, madre e una sorellina di poco piu’ grande, 4 anni. Il padre ha tentato invano di tirare via il corpo del bimbo dalle fauci dell’alligatore ma non c’e’ e’ riuscito, mentre la moglie Melissa urlava chiedendo ai bagnini di accorrere. Durante le ricerche sono state uccisi 4 caimani, ma non e’ stato trovato il ‘colpevole’, che dovrebbe essere lungo tra uno e due metri. La famiglia si stava rilassando sulla spiaggia in una zona di giochi quando Lane, per qualche ragione non chiara, e’ caduto in acqua. La zona ha cartelli che vietano di fare il bagno, ma non allerta sulla presenza di alligatori: l’area pero’ e’ collegata a un lago naturale e gli alligatori possono attraversare la lingua di terra che separa i bacini. L’attacco e’ avvenuto in una manciata di secondi, neanche un minuto. Un testimone, Bill Wilson, di New Harmony in Indiana, ha visto la scena convulsa dal balcone, dopo essersi affacciato perche’ sentiva urla e schizzi. La scena avveniva nel buio. “Pensavo che qualcuno stesse facendo una lite”, ha raccontato all’Orlando Sentinel. “HO guardato sotto e ho visto uno dei bagnini. La madre era li’, come impazzita, correva su e giu’, cercando intorno”. L’attacco e’ avvenuto nel cuore della zona che ospita il magico regno di Disney World, dove ogni anno arrivano milioni di turisti da tutto il mondo. E’ la prima volta che c’e’ una vittima in 45 anni. Dopo la tragedia, Walt Disney World, proprietaria del lussuoso resort, ha chiuso al pubblico tutte le spiagge lacustri dei suoi complessi alberghieri a Orlando. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.