TwitterFacebookGoogle+

Usa, sparatoria a Baton Rouge Uccisi tre agenti, altri tre feriti

Roma – Tre poliziotti uccisi e altri tre feriti, di cui uno grave, in uno scontro a fuoco avvenuto prima delle 9 locale (le 16 in Italia) a Baton Rouge in Louisiana.  Secondo la rete Cbs il killer e’ il 29enne afroamericano Gavin Long di Kansas City. Le vittime sono due agenti di 41 e 32 anni ed un vice sceriffo di 45. I feriti sono tre: un 41enne grave e due agenti di 41 e 51 anni che non sono considerati in pericolo di perdere la vita.

Il capo polizia dello Stato, Mike Edmondson, ha spiegato che “le indagini ancora in corso” ma che “non ci sono altre sparatorie in corso”. Edmondosn ha aggiunto che “l’uomo che ha ucciso gli agenti e’ stato eliminato”. Sarebbe dunque stata l’azione di un singolo uomo armato non aiutato da due complici in fuga, come inizialmente riferito dall’ufficio dello sceriffo locale. Sempre a Baton Rouge il 5 luglio scorso venne ucciso il nero disarmato, Alton Sterling, da parte di due agenti bianchi, episodio che ha rialimentato la tensione tra bianchi e neri in tutti gli Stati Uniti.

La stuazione, comunque, è piuttosto confusa anche perchè la polizia di Baton Rouge aveva detto all’emittente locale WAFB che “uno degli aggressori” dei poliziotti e’ stato ucciso, ma altri due sono in fuga e uno dei due si e’ asserragliato in un edificio”. Nell’imboscata ai poliziotti, inoltre, secondo le prime dichiarazioni si parlava di “diverse armi” utilizzate. Spari “sono avvenuti sia all’iterno che all’esterno”. La polizia ha anche cercato eventuali esplosivi sul posto. 

Si tratta dell’ennesimo episodio di vuiolenza contro la polizia che fa seguito all’uccisioe, il 5 luglio scorso, di Alton Sterling, 37enne nero e padre di 4 figli, che stava vendendo cd di fronte a un piccolo alimentari quando è stato raggiunto da due poliziotti bianchi, arrivati sul posto dopo una telefonata anonima al 911 in cui si indicava la presenza di un uomo armato. A chiamarli era stato un senzatetto che poco prima aveva avuto una discussione con Sterling. Quest’ultimo, infatti, infastidito dall’insistenza dell’uomo nel chiedergli dei soldi, gli aveva mostrato la pistola, ordinandogli di andarsene. Un video circolato su internet mostrava i due agenti che sparavano a Sterling dopo averlo immobilizzato a terra. Secondo un testimone, gli agenti hanno provato a bloccarlo e lo hanno poi colpito diverse volte, sia prima che dopo averlo buttato a terra.

I tre giorni di sangue che hanno sconvolto gli Usa

Quell’episodio ha dato il via a una serie di violente proteste culminate con la strage di Dallas due giorni dopo dove l’afroamericano Micah Xavier Johnson ha ucciso 5 agenti e ne ha feriti altri 7, mentre era asserragliato nell’edificio El Centro di Dallas

 

 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.