TwitterFacebookGoogle+

Usa: trans contesta Obama. lui "vergognati, sei a casa mia"

(AGI) – Washington, 25 giu. – Barack Obama contestato da una transessuale alla Casa Bianca. Durante il suo intervento davanti alle associazioni Lgbt nel mese del Gay Pride, il presidente Usa e’ stato piu’ volte interrotto da un’ascoltatrice che ha criticato il suo operato. “Senti, sei a casa mia”, ha avvertito l’inquilino della Casa Bianca, il dito alzato, per nulla contento delle continue interruzioni. Il trans non ha desistito e Obama lo ha rimproverato: “questo non e’ rispettoso. Non otterrai una risposta interrompendomi in questo modo”, ha proseguito, sempre piu’ infastidito. Quando e’ stato chiaro che la contestatrice non si sarebbe fermata, il presidente ha scandito: “Vergogna!”. Quindi la trans e’ stata fatta uscire dalla sala dagli uomini della sicurezza mentre la platea faceva il tifo: “O-ba-ma!”. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.