TwitterFacebookGoogle+

Valdese, riparte la protesta

Continua la protesta del Comitato delle donne dell’ex-ospedale Valdese: chiuso dalla giunta Cota ed ora candidato dalla Regione ad un futuro come poliambulatorio multi-servizi o «Casa della Salute» che dir si voglia.
A fare la differenza, nei piani dell’assessore Saitta, il potenziamento della «Breast Unit» all’ospedale Sant’Anna. Carla Diamanti, portavoce del Comitato, annuncia una nuova iniziativa per sabato 20 giugno, il giorno prima della visita del Papa: medici e ginecologi dell’ex-Valdese visiteranno gratuitamente, dalle ore 14 alle 18, in un gazebo montato davanti all’edificio. Previsto il volantinaggio per informare e sensibilizzare i cittadini. Non è tutto: il Comitato e il pastore della Tavola Valdese, Bernardini, hanno già chiesto un incontro all’assessore per lanciare una nuova proposta: vada per la nascita del nuovo poliambulatorio ma, date le dimensioni, l’ex-ospedale potrebbe ospitare anche una «Casa della Donna». Di fatto, si tratterebbe di riportare almeno il percorso di cura della senologia, «integrando la risposta, insufficiente rispetto alla domanda, della Breast Unit».
(ALE. MON.)

(La Stampa 14 giugno)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.