TwitterFacebookGoogle+

Valle dei templi: ruspe contro case, scudo umano degli abusivi

(AGI) – Agrigento, 7 set. – Tensione in contrada Maddalusa, ad Agrigento, dove stamattina le ruspe – che avrebbero dovuto demolire una villetta realizzata abusivamente in un’area dichiarata sin dal 1968 ad inedificabilita’ assoluta nella Valle dei templi, e sulla quale pende una sentenza definitiva di abbattimento – sono state bloccate dai proprietari e da diversi loro familiari. Gia’ in mattinata vi era stato un rallentamento delle operazioni per via dell’opposizione del legale della famiglia proprietaria della villetta abusiva. Il legale e’ Giuseppe Arnone, ex esponente di Legambiente nonche’ “noto” ambientalista per le sue battaglie contro l’abusivismo edilizio nella Valle dei templi che pero’ in questi ultimi mesi ha sposato la causa degli abusivi aprendo un’aspra polemica con la Procura della Repubblica di Agrigento. Le demolizioni hanno infatti avuto il via proprio dai magistrati che negli ultimi mesi hanno sollecitato gli uffici del Comune a predisporre gli atti per far si’ che le sentenze definitive (alcune vecchie di 23 anni) venissero eseguite. Sul posto un vasto spiegamento di forze dell’ordine. La ditta di Palma di Montechiaro attende il via per completare la demolizione dell’immobile. Nei giorni scorsi invece gli abusivi avevano preferito demolire autonomamente gli immobili per evitare di dovere pagare il conto delle spese di abbattimento. Le ruspe hanno poi cominciato ad abbattere la villetta abusiva di contrada Maddalusa. Il bobcat della ditta di Palma di Montechiaro, incaricata dal Comune su sollecitazione della Procura della Repubblica, ha cominciato a demolire la veranda. Le operazioni si sono poi fermate per permettere la rimozione e lo smaltimento di alcune coperture in amianto. La villetta di Maddalusa, realizzata in un’area ad in edificabilita’ assoluta, e’ di proprieta’ di una famiglia che stamattina, radunando altri parenti, ha cercato di impedire l’ingresso delle ruspe. Ci sono stati momenti di altissima tensione con un tentativo anche di sottrarre le chiavi della ruspa e di insulti e improperi nei confronti dell’operaio che guidava il mezzo meccanico. I proprietari dell’edificio abusivo si sono anche affidati all’avvocato Giuseppe Arnone, ex esponente di Legambiente nonche’ attivista contro l’abusivismo nella Valle dei Templi, che si e’ invece schierato dalla parte degli abusivi contestando le decisioni della Procura della Repubblica di Agrigento che ha intimato al Comune di dare seguito alle sentenze passate in giudicato. Vi sono stati momenti di tensione anche con le forze dell’ordine ma alla fine, e senza incidenti, sembra sia prevalsa la ragione. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.