TwitterFacebookGoogle+

Vantaggio marginale per Trump nel "rossissimo" Texas

Houston – Il vantaggio del candidato repubblicano Donald Trump sulla rivale democratica Hillary Clinton risulta di appena quattro punti percentuali nel “rossissimo” Texas, inossidabile roccaforte del Grand Old Party dal 1980. In base all’ultimo sondaggio di Wfaa Tv e Texas Tegna Television, il consenso per Trump è al 47%, nello stato della stella solitaria, contro il 43% della rivale. Nel 2012, il candidato repubblicano, Mitt Romney, vinse il Texas con 16 punti di vantaggio sul democratico Barack Obama, presidente in carica alla fine del suo primo mandato, con il 57% delle preferenze contro il 41%.

Con 38 grandi elettori, il Texas è secondo solo alla California che ne ha 55. Il prossimo 8 novembre i cittadini americani non eleggeranno direttamente il presidente degli Stati Uniti ma i 538 grandi elettori che, a loro volta, indicheranno il nuovo inquilino della Casa Bianca. (AGI)
 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.